Figli della Divina Provvidenza (FDP)

A  B  C  D  E  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  Z

ordine alfabetico per Cognome

 

 Necrologio Figli della Divina Provvidenza (ricordati nel giorno anniversario)  

 

O (19)

 

1.      Ojan Mario

2.      Olivotto Giovanni

3.      Oltolina Ersilio

4.      Omenetto Silvio Giovanni

5.      Ondei Angelo Giuseppe

6.      Oneto Fortunato

7.      Ongari Stefano

8.      Onofri Enea

9.      Opessi Giuseppe

10.  Orione Luigi

11.  Orlandi Luigi

12.  Orsini Stefano

13.  Ortega Pino Vicente

14.  Orzi Nazareno

15.  Osmalek Jan

16.  Ossowicki Tadeusz J.

17.  Oteiza Teodoro

18.  Ottaggi Eugenio

19.  Ottavi Filippo

Fr. Vicente ORTEGA PINO annuncio della morte

Nato a MÓlaga - MA, il 7 febbraio 1928 Ŕ morto a Claypole (Argentina) il 4 giugno 2009 a 81 anni di etÓ, 40 di Professione Religiosa.

Piamente deceduto il 4 giugno 2009 al Piccolo Cottolengo di Claypole (Argentina), a 81 anni d'etÓ e 40 di Professione religiosa.

Vicente era originario di Malaga, cittÓ dell'Andalusia (Spagna) dove nacque il 7 febbraio 1928 da Antonio Ortega ed Emilia Pino che ebbero altri quattro figli. Fu battezzato il 2 marzo successivo e cresimato il 18 maggio 1939. Al paese fece le scuole elementari fino al settimo grado.

In questo periodo, a causa della guerra civile, la sua famiglia emigr˛ in Sud America, stabilendosi a Presidencia Roque Saenz Pena in Argentina, industriandosi, per molti anni, in attivitÓ commerciali, avendo pure modo e occasione di frequentare e conoscere la Piccola Opera nella parrocchia di "N S. d'Itati" e nel collegio Don Orione, allacciando rapporti personali con qualche sacerdote orionino che risvegli˛ in lui il desiderio di servire il Signore nei pi¨ poveri e abbandonati.

Dopo vari colloqui e un serio discernimento fece domanda di farsi fratello orionino e fu accolto il primo aprile 1965 al Collegio Don Orione di Presidencia Roque Saenz Pena dove l'assistenza e lo studio della vita orionina come postulante, lo prepararono all'ingresso nel noviziato di Claypole (1968-69) che esplet˛ sotto la guida di P Luis Alpeggiani, professando la prima volta l' 11 febbraio 1969.

Fu assistente al Piccolo Cottolengo di Cˇrdoba, offrendosi con amore, umiltÓ, spirito di fede ai vari servizi domestici complementari alla vita degli infermi, desiderando di presto conseguire l'abilitazione infermieristica per rendersi pi¨ utile e preparato, mentre dal 1976 al 1982 continu˛ l'assistenza ai subnormali nel Cottolengo di Claypole. Profess˛ in perpetuo il 17 aprile 1977 nelle mani del Direttore provinciale Don Paolo Bussolini, nella chiesa del Cottolengo. Emise il IV Voto di fedeltÓ al Papa a San Miguel, il 14 febbraio 1987

Dal 1982 al 1984 e dal 1986 al 1988 fu a Cuenca Tres Algarrobos come sacrestano e assistente dei ragazzi poveri e bisognosi del luogo. Con le stesse mansioni fu a Tigre dal '84 al '86. Tornato a Claypole nel 1988, fu assistente in vari padiglioni del Cottolengo, con particolare cura verso i sacerdoti malati, che servý nella caritÓ fino al 2000. Dal 1993 faceva contemporaneamente servizio di sacrista nella vicina parrocchia di N S. de Lujan.

Infine, dal 2000 risiedeva nella casa provinciale di Carlos Pellegrini, sempre disponibile ai vari aiuti richiesti e dal 2003 collaborando come consigliere al buon andamento della comunitÓ. Negli ultimi mesi, per l'aggravarsi della sua salute giÓ malferma, fu trasferito nel Cottolengo di Claypole per una migliore assistenza medica e spirituale, che lo aiutarono a prepararsi con serenitÓ e vigile raccoglimento all'incontro col Signore che sempre si sforz˛ di servire e amare nei fratelli pi¨ reietti e dimenticati.

Lo ricordano sereno, riflessivo, riservato, sincero, obbediente e umile, sempre pronto a fare il bene verso tutti come strumento verso la santitÓ per la via della caritÓ insegnata da San Luigi Orione.

Le esequie si svolsero il 6 giugno nel Santuario San Luigi Orione di Claypole, trovando infine sepoltura nel cimitero della congregazione, accanto ai confratelli che lo precedettero sulla strada verso il Paradiso.

Atti e comunicazioni della Curia generale, n.229, maggio agosto 2009