Figli della Divina Provvidenza (FDP)

A  B  C  D  E  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  Z

ordine alfabetico per Cognome

 

 Necrologio Figli della Divina Provvidenza (ricordati nel giorno anniversario)  

 

Sá (92)

 

1.      Sabatini Nestor Pedro

2.      Sabatino Pasquale

3.      Sacarelo Berro Hector

4.      Salcedo Navarro Miguel

5.      Salgaro Mario

6.      Salmeri Jose Norberto

7.      Salmistraro Mario

8.      Samiec Marian

9.      Sandoval Diego Antonio

10.  Sanguin Bruno

11.  Sanguin Domenico

12.  Sanpaolesi Giuseppe

13.  Santamaria Pascual Fernando

14.  Santella Fausto

15.  Santiago Fontan Jose

16.  Santilli Ettore

17.  Saran Italo

18.  Sareli Guido

19.  Sartini Arnaldo

20.  Sarti Secondo

21.  Sartini Riccardo

22.  Sarto Alfredo

23.  Sartor Luigi

24.  Sassi Giovanni

25.  Sauque Juan Adolfo

26.  Sbrilli Goffredo

27.  Scalco Giovanni

28.  Scalco Mario

29.  Scamuzzi Carlo

30.  Scavone Giacinto

31.  Schiappacassa Alfredo

32.  Schiavini Mario

33.  Schiro Modesto

34.  Sciaccaluga Enrico

35.  Sciamlian Pierre

36.  Scipioni Giovanni

37.  Scoccia Giovanni

38.  Scopelliti Giovanni

39.  Scordo Carmelo

40.  Scovenna Luigi

41.  Secchiaroli Umberto

42.  Secco Camillo

43.  Segalerba Mario

44.  Serafin Dionisio

45.  Serafini Francesco

46.  Sergenti Mario

47.  Serra Carlo

48.  Serra Giovanni

49.  Serra Giuseppe

50.  Serri Silvio

51.  Sersanti Mario

52.  Sfoggia Mario

53.  Sieminski Waclaw

54.  Signorio Severino

55.  Silva Vittoriano

56.  Silva Wenceslao

57.  Silvano Giacomo

58.  Silvestro Giovanni

59.  Silvi Geniale

60.  Simionato Giovanni

61.  Simioni Antonio

62.  Simonelli Attilio

63.  Simoni Lorenzo

64.  Sindona Antonio

65.  Siviero Giovanni

66.  Siwek Jan

67.  Skoczek Wladyslaw

68.  Soavi Antonio

69.  Sobieraj Edward

70.  Sonaglia Delfino

71.  Sonni Ezio

72.  Sordini Pietro

73.  Sordo Evaristo

74.  Soulas Sotelo Alejandro Marcos

75.  Sowa Jacub

76.  Spano Italo

77.  Sparpaglione Domenico

78.  Staniucha Jan

79.  Steczkowski Tadeusz

80.  Stefani Pietro

81.  Sterpi Carlo

82.  Stoppani Sergio

83.  Svagr Giovanni Nepomuceno

84.  Swiderski Stanislaw

85.  Szal Antonio

86.  Szczygiel Ludwik

87.  Szol Jan

88.  Sztuczko Henry Joseph

89.  Sztuczko Thaddeus

90.  Szulczewski Robert

91.  Szyca Jozef

92.  Szymkus Mariano

áááá Sac. Giovanni Silvestro

   da Centallo  (Cuneo), morto a Genova Camaldoli  il 24 settembre 1980, a 64 anni di etÓ, 44 di professione e 37 di sacerdozio.

    Chiudeva il suo lungo calvario il 24 settembre u.s. in Camaldoli di Genova, ove da tempo stava edificando tutti con una esemplare accettazione dei divini voleri, in mezzo a continue gravi sofferenze.

Era entrato giovanissimo nel 1930, in seguito all'invio della nota circolare di Don Orione ai Parroci per sollecitare vocazioni alla sua Congregazione. Era giÓ stato per qualche tempo nel seminario di Fossano essendo nativo di Centallo (Cuneo).

Segnalatosi subito per pietÓ e doti, fu, ancora chierico, dopo il noviziato compiuto a Villa Moffa, mandato in Polonia con l'intenzione di fermarsi definitivamente colÓ con altri confratelli che lo avevano preceduto.

Ma le precarie condizioni di salute non permisero l'attuazione del nobile programma e dovette rientrare in patria.

Emessa la professione perpetua il 29 maggio 1942, complet˛ gli studi teologici e fu ordinato sacerdote il 3 ottobre 1943.

Giudicato dai Superiori particolarmente atto all'insegnamento e alla cura dei giovani, fu inviato alla colonia di Rovegno (Genova) ove si prodig˛ molto generosamente.

Fu poi successivamente a Tortona, a S. Severino Marche, Genova Castagna, Finale Emilia, Copparo, Selargius e Borgonovo Val Tidone.

Eletto poi direttore dell'Istituto del Suffragio di Magreta (Modena) quivi iniziava presto il suo lungo calvario. Colpito da trombosi non ancora cinquantenne offerse i lunghi anni di sofferenza e costretta inazione per la Chiesa, la Congregazione e le Missioni.

La sua memoria resta esempio efficace di come si possa sempre esser utilissimi alla Chiesa e alle anime, compiendo la volontÓ di Dio anche se ci conduce per vie impreviste e ci associa al Misterium Crucis in perfetta sintonia con l'ascetica propria del nostro Fondatore.

dagli "Atti e Comunicazioni della Curia Generalizia"