Figli della Divina Provvidenza (FDP)

A  B  C  D  E  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  Z

ordine alfabetico per Cognome

 

 Necrologio Figli della Divina Provvidenza (ricordati nel giorno anniversario)  

 

M (107)

1.      Macalli Andrea

2.      Magnani Mario

3.      Maidana Emilio Jose

4.      Majdak Boleslaw

5.      Malaman Giannino

6.      Malavolti Adriano

7.      Malfatti Paolo

8.      Manca Giovanni Battista

9.      Mancin Mario

10.  Mancini Antonio

11.  Mancini Giovanni

12.  Mancini Tullio

13.  Manduca Eugenio

14.  Manfreda Emilio

15.  Manfrin Mario

16.  Manghisoni Alessandro

17.  Mangino Amedeo

18.  Marabotto Biagio

19.  Marchi Lorenzo Bernardo

20.  Marchione Manfredo

21.  Marengo Manuel

22.  Mariani Enrico

23.  Mariani Pietro fra Igino

24.  Mariano Giulio

25.  Marin Pasqualino

26.  Marinacci Filino

27.  Marozzi JosÚ Agustin

28.  Marra Nicola

29.  Martello Remigio

30.  Martini Ermenegildo

31.  Martini Giuseppe

32.  Martinotti Pietro

33.  Martinez Ramon Beniamin

34.  Martins De Araujo Joaquim J.

35.  Masante Simone

36.  Mascalin Umberto

37.  Masci Salvatore

38.  Mase Gino

39.  Masi Adelmo

40.  Masiero Giuseppe

41.  Masolini Adone

42.  Massardi Mario

43.  Massardi Pietro

44.  Massignan Noe

45.  Mastrangeli Fulvio

46.  Masucci Pasquale

47.  Masuri Pietro

48.  Matczak Mieczyslaw

49.  Mateus Joao Clemente

50.  Matricardi Carlo

51.  Mattei Vincenzo

52.  Matteucci Raffaele

53.  Mattioli Alvio Eraclio

54.  Mauri Antonio

55.  Mazza Pasquale

56.  Mecozzi Pacifico

57.  Meinero Biagio

58.  Meinero Giorgio

59.  Mellera Pietro

60.  Melli Francesco

61.  Melomo Antonio

62.  Melomo Michele

63.  Mendes Leonildo

64.  Mendicino Antonio

65.  Mendiguchia Tomas

66.  Meneghetti Giuseppe

67.  Menegus Giovanni Battista

68.  Mercati Carlo

69.  Merino Ignacio

70.  Merlo Luigi

71.  Mezzalira Angelo

72.  Mezzanotte Egidio

73.  Michalski Vladimiro

74.  Michelin Vittorio

75.  Michieletto Carlo

76.  Micozzi Benedetto

77.  Migliore Jose Bartolomeo

78.  Migliore Pietro

79.  Milanese Lodovico

80.  Milani Giuseppe

81.  Mincarelli Carmine

82.  Mis Antonio

83.  Misa Paolo

84.  Misiowiec Eugeniusz

85.  Missagia Alfredo

86.  Mocali Rino

87.  Molina Dagoberto

88.  Moncalieri Fausto

89.  Monea Domenico

90.  Montagna Giuseppe

91.  Montagna Mauro

92.  Morelati Cesare

93.  Moreno Roberto

94.  Moretti Giuliano

95.  Morini Domenico

96.  Morlupi Raul

97.  Moro Angelo Antonio

98.  Moro Giambattista

99.  Moroni Placido

100.                     Mostarda Cezario

101.                     Mrotek Maciej

102.                     Mugnai Angelo

103.                     Mura Sergio

104.                     Mussa Giuseppe

105.                     Mussatti Giovanni

106. Musso Giuseppe

107. Mustacchio Arturo

Sac. Giuseppe Martini

da San Michele in Bosco (Mantova), passato al Signore in Tortona il 2 giugno 1993, a 76 anni di etÓ, 56 di professione religiosa e 50 di sacerdozio.
 

   Avrebbe ricordato le sue Nozze d'Oro sacerdotali il prossimo 3 ottobre e vi si stava preparando col fervore che distingueva la sua indole e l'ardente suo amore alla Congregazione.
   Era stato accolto da Don Orione e Don Sterpi il 16 dicembre 1932 a Tortona, proveniente dal seminario della sua diocesi mantovana, che aveva dovuto lasciare per ristrettezze finanziarie della sua famiglia, quando giÓ aveva fatto la seconda ginnasio e aveva ricevuto l'abito sacro il 15 ottobre 1930.
   Aveva 15 anni, essendo nato il 22 maggio 1917, e complet˛ il ginnasio a Montebello, passando poi alla Casa Madre di Tortona per il liceo frammezzato dal noviziato (1935-36) e dalla prima professione (7 ottobre 1936). Pales˛ subito un temperamento aperto, entusiasta, pronto al lavoro e al sacrificio. Ebbe sempre a soffrire, in quei primi anni, per rimanere costante nella vocazione alla Piccola Opera, per considerazioni di preteso amore filiale. Confidava nei suoi ultimi anni che questa prova aveva affinato il suo attaccamento alla Piccola Opera e gliela aveva resa pi¨ cara, stimolandolo a darle tutto ci˛ che poteva e sapeva.
   Su questa linea di fedeltÓ alla sua famiglia religiosa rimase poi totalmente la sua dedizione e l'impegno vivissimo del cuore nelle varie mansioni affidategli dalla obbedienza. Fu tra i primi alunni del primo Istituto teologico della Congregazione a Camaldoli (Genova, 1940), Boschetto (Genova, 1942) e Rosano presso Tortona (1943-44).
   Sin dal tirocinio, (Fano, 1939-40) venne assegnato a un fervido apostolato di assistenza e di formazione dei giovani, ai quali attese come insegnante e direttore di Istituti: al Dante di Tortona (1945-50), al San Rocco in Alessandria, dove fu anche viceparroco, agli Artigianelli di Venezia (1951-7), al Berna di Mestre (1957-69); fu direttore a Montebello (Pavia, 1970-76), nuovamente vicario a Mestre (1977-80) e agli Artigianelli di Venezia (1980-85), concludendo poi il suo tirocinio educativo presso il Dante Alighieri di Tortona.

   Adempý i giuramenti di regola in difesa della povertÓ (1.10.1943), della fede (21.4.93) e il voto di fedeltÓ al Papa (13.8.1983), quest'ultimo pronunciato presso la Tomba degli Apostoli in San Pietro: atti tutti che esprimono l'adesione piena del suo spirito alla finalitÓ della Congregazione, della quale ultimamente zelava la vitalitÓ dei gruppi Ex-allievi ed Amici, ai quali aveva il dono di comunicare l'ottimismo dell'amore di Dio e l'attaccamento alla famiglia religiosa fondata dal Padre dei Poveri e Apostolo dei giovani. Un'anima ardente e ricolma di entusiasmo per il bene, suscitatrice di adesioni ai grandi valori voluti da Don Orione e alimentati dalla pi¨ aperta e fattiva devozione alla Chiesa e al Papa.
 

"Atti e comunicazioni della Curia Generale" maggio agosto 1993

 

              Don Giseppe Martini,Un caro amico degli Ex-allievi, di Renato Spadoni su Don Orione Oggi, ottobre 1993