Figli della Divina Provvidenza (FDP)

A  B  C  D  E  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  Z

ordine alfabetico per Cognome

 

 Necrologio Figli della Divina Provvidenza (ricordati nel giorno anniversario)  

 

R (53)

 

1.      Raboszuk Eugeniusz

2.      Rachota Czeslaw

3.      Radaelli Enrico

4.      Raffa Bruno

5.      Raffa Vincenzo

6.      Raineri Luigi

7.      Ramognini Bartolomeo

8.      Rampin Igino

9.      Rapsiewicz Andrezej

10.  Rastelli Ennio

11.  Ratajek Jozef

12.  Ratti Lorenzo

13.  Ravazzoli Alberto

14.  Ravera Carlo

15.  Re Andrea

16.  Re Luigi Francesco

17.  Re Vincenzo

18.  Rebora Nicola

19.  Reggiani Agostino Fra Redento

20.  Remis Pinera Martino

21.  Renaudo Pietro

22.  Renzini Alfredo

23.  Repiccioli Domenico

24.  Riondato Luigi

25.  Ripepi Domenico

26.  Risi Giuseppe

27.  Risi Roberto

28.  Riva Alfredo Enrico

29.  Riva Angelo

30.  Rivano Raffaele

31.  Rizza Corrado

32.  Rizzi Gino

33.  Rizzo Antonio

34.  Rocca Gaspare

35.  Rodler Augusto

36.  Rodriguez Gonzalez Jesus

37.  Rodriguez Pastrana Juan A.

38.  Roggia Tommaso

39.  Rosato Nicolas

40.  Rosin Giuseppe

41.  Rossi Bernardo

42.  Rossi Nerino

43.  Rossi Oreste

44.  Rossi Valerio

45.  Roszak Taddeo

46.  Rotta Pasquale

47.  Rubinelli Giovanni

48.  Ruggeri Antonio

49.  Ruggeri Attilio

50.  Ruggeri Pasquale

51.  Ruiz Calleja German

52.  Russo Michele

53.  Ryzko Zygmunt

áááá Sac. Alfredo Enrico Riva

    da Roman˛ - Brianza - Italia, nato il 11 agosto 1930, passato al Signore il 26 luglio 2010 presso l'ospedale di Niguarda - Milano, a 79 anni di etÓ, 61 di professione religiosa e 52 di sacerdozio.

 

   Mancava ormai poco al traguardo dell'ottantesimo compleanno del confratello, ma da qualche giorno si trovava al "Niguarda" in seguito ad un nuovo e pi¨ grave ictus con emorragia cerebrale che, nonostante tutte le cure mediche, non si riprese: lo attendeva il Signore alla sua festa.

Alfredo era il penultimo di sei figli dei coniugi Antonio e Irene Vittoria Riva; una sorella Ŕ tuttora vivente tra le Piccole Suore Missionarie della CaritÓ di San Luigi Orione, col nome di Suor Maria Antonina. Nacque l'11 agosto 1930 a Roman˛ d'Inverigo (Como) in Brianza, ebbe la grazia battesimale tre giorni dopo e fu cresimato il 3 dicembre 1939 dal Card. Schuster, Arcivescovo di Milano.

L'ambiente civile e religioso, scolastico e parrocchiale ne favorirono i germi di vocazione, entrando nel seminario minore di Seveso dove complet˛ le due prime classi medie. Qualche conoscenza indiretta di Don Orione e delle sue opere a favore dei poveri e bisognosi e l'interessamento del suo Parroco, l'orientarono verso la Congregazione. Fu accolto a Buccinigo d'Erba l'11 ottobre 1944, nell'istituto San Carlo, completandovi il ginnasio ('44-'47) e il discernimento vocazionale con la domanda per il noviziato, svoltosi a Villa Moffa di Bra (Cuneo) (1947-48). Professati i primi voti religiosi l'11 ottobre 1948, davanti a Don Angelo Bartoli, riprese gli studi liceali nel vicino Istituto San Tommaso ('48-'51) e conseguý la maturitÓ magistrale presso le Giuseppine di Bra (Cuneo).

Il collegio "Dante Alighieri" di Tortona fu il campo del suo tirocinio come assistente e insegnante ('51-'54), esercitato pure durante gli studi teologici nel vicino seminario della Congregazione ('54-'58). Profess˛ in perpetuo l'11 ottobre 1954 a Tortona, nelle mani del Superiore generale Don Carlo Pensa. Il 21 dicembre '57 ricevette l'Ordine Diaconale e nella festa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo 1958 fu ordinato sacerdote dal Vescovo di Tortona Mons. Melchiori, nel Santuario Madonna della Guardia.

Conseguita la licenza pastorale a Roma ('58-'59), fece ritorno al "Dante" di Tortona, valorizzando i suoi talenti come insegnante e assistente per dieci anni ('59-'69). Trasferito a Milano, trascorse un triennio come vicario e cappellano delle ACLI nella parrocchia di San Benedetto e nel 1972 fu nominato direttore della Colonia S. Antonio per ragazzi poveri a Cuneo, fino al 1978, zelando la devozione al Santo di Padova e curando il gruppo Amici ed ex allievi locali.

Dal '78 all'81 pass˛ tra i ragazzi dell'istituto "Berna" di Mestre, vicario, insegnante e vicepreside della scuola media; apostolato che continu˛ come direttore, economo e insegnante nell'istituto Don Orione di Alessandria, fino al 1990. Fu ancora: al Piccolo Cottolengo di Milano ('90-'93) vicario ed economo; al Santuario e pensionato di Fumo (Pavia), direttore ed economo dal '93 al '99 ed un altro triennio, vicario ed economo al Centro "Mater Dei" di Tortona.

Infine, dal 2002, collaborava con impegno e dedizione nel servizio di vicario ed economo nella comunitÓ del Piccolo Cottolengo di Seregno, fedele e puntuale agli impegni sacerdotali e comunitari, seguendo le varie ristrutturazioni e migliorie della casa, ma soprattutto dando buon esempio di vita religiosa vissuta e donata con gioia e generositÓ come maestro, pastore, amico e padre, che l'ha portato a toccare con mano la grandezza di Dio e le miserie dell'uomo, divenendone strumento di salvezza e di perdono per quanti avvicinava, come ha ricordato il celebrante all'omelia delle esequie.

Le esequie si svolsero il 28 luglio nella chiesa parrocchiale di Romano Brianza d'Inverigo (Como), presenti molti confratelli concelebranti, famigliari, parrocchiani, consorelle di Suor Maria Antonina, presente, amici, operatori e Ospiti del Centro Don Orione di Seregno, uniti nel rendere omaggio di preghiere e di gratitudine al caro Don Alfredo per il bene fatto nella sua lunga vita spesa per il Signore e per i fratelli in Cristo, sulle orme ed esempi di San Luigi Orione. ╚ stato infine tumulato nel locale cimitero.

   Atti e comunicazioni della Curia Generale (Don Orione) giugno settembre 2010