Figli della Divina Provvidenza (FDP)

A  B  C  D  E  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  Z

ordine alfabetico per Cognome

 

 Necrologio Figli della Divina Provvidenza (ricordati nel giorno anniversario)  

 

L (31)

 

La Monica Nunzio

Lanza Antonio

Laurendi Giuseppe

Lazzarin Belisario

Lazzarin Luigi

Lelli Cesare

Lemos Goncalves Antonio

Leoni Lorenzo

Lewandowski Antoni

Liberalon Erminio

Lignini Luigi

Limonta Ettore

Lingua Giovanni

Lion Raffaele

Lisi Giuseppe

Llosa Leonardo Roberto

Lobos Marcelo Rafael

Longoni Paolo

Lopez Rodolfo Conrado

Lorenzetti Giovanni

Lorenzi Luigi

Lo Torto Mario

Lovandina Riccardo

Lovas Amerigo Fra Paolo

Lovo Tarcisio

Lucarini Giovanni Battista

Luccherini Mario

Lucian Francesco

Luggi Narciso

Lukasiewicz Francesco

Lunardi Leonio

Sac. Raffaele Lion

   da Chiesuola di Monselice (Padova), passato al Signore in Montevideo (Uruguay) il 21 aprile 1994, a 77 anni di etÓ, 58 di professione religiosa e 51 di sacerdozio.

Accolto il 4 novembre 193 - dopo i primi anni del ginnasio trascorsi nel seminario di Rovigo (diocesi di Adria)- egli richiamava alla mente il periodo generoso della permanenza dell'Opera della Divina Provvidenza nell'Istituto Camerini Rossi di Padova. Aveva 13 anni, essendo nato il 23 aprile 1917, da famiglia povera, che non aveva potuto dare la retta richiesta in seminario, ma che sempre conserv˛ viva simpatia a Don Orione, presso il quale venne accolto un altro fratello Armando, divenuto poi onorato cittadino. Raffaele Lion ebbe un curricolo di studi molto regolare, anche per merito della sua quotata intelligenza e soprattutto per il forte impegno da lui sempre offerto, nonostante la salute non sempre floridissima. Complet˛ il ginnasio a Voghera, la filosofia presso il seminario patriarcale di Venezia, con altri alunni della Congregazione (1932-35), la teologia presso l'UniversitÓ Gregoriana di Roma, dove ottenne la licenza in sacra teologia. Nel frattempo aveva compiuto il noviziato a Villa Moffa (1935-36) - con la prima professione religiosa il 7 ottobre 1936, coronata dalla professione perpetua il 24 dicembre 1940 - e il tirocinio pratico come assistente ed insegnante dei probandi ad Anzio e Montebello (Pavia) (1936-39). Ordinato sacerdote in Roma il 16 maggio 1943, port˛ sempre in cuore la gioia di aver conosciuto il Beato Fondatore, godendo anche la particolare benevolenza del venerabile suo successore Don Sterpi. Trascorsi due anni al San Filippo di Roma e alla Camilluccia e cinque anni presso il teologico dell'Opera in Tortona come insegnante di dogmatica (1946-52), desider˛ farsi missionario- partendo il 30 giugno 1953 da Genova - anche per il bisogno di insegnanti qualificati nel seminario apostolico di Claypole (Buenos Ares - Argentina) (1953-55), passando poi al seminario dell'Opera in Montevideo (Uruguay) (settembre 1964), fu fatto parroco della Chiesa dell'Assunta e di San Carlo, Montevideo, poi, nella stessa cittÓ, direttore del Collegio San JosÚ. Dal 1░ marzo 1993 era direttore del Patronato de Obreros, dopo essere stato nella Scuola materna Juan JosÚ Amezaga, con il titolo di Segretario e Vicario della Provincia religiosa di N.S. de las Flores. Di buona intelligenza, e serio, arguto e pacato, Don Lion lavor˛ molto il proprio temperamento vivace, portato allo sport e alle letture, come egli confidava, ricordando i richiami che in giovent¨ gli faceva, paternamente serio, il venerabile Don Sterpi. La sua corrispondenza, filialmente confidente ai Superiori, mette in risalto la sua pietÓ, il senso pratico, lo zelo nell'apostolato, l'amore alla Piccola Opera, che ne guidarono il sacerdozio oculato e prudente, ottenendogli affettuosa stima e fiducia da confratelli e popolazione a lui affidati. L'8 agosto 1958, mentre si trovava a Roma, quale delegato al IV capitolo generale, pronunci˛ il suo giuramento di amore Ŕ fedeltÓ al Papa, con spirito devotamente orionino

(dagli "Atti e Comunicazioni della Curia Generale - gennaio aprile 1994)