Figli della Divina Provvidenza (FDP)

A  B  C  D  E  G  H  I  J  K  L  M  N  O  P  Q  R  S  T  U  V  W  Z

ordine alfabetico per Cognome

 

 Necrologio Figli della Divina Provvidenza (ricordati nel giorno anniversario)  

 

D  (65)

 

1.      Da Rech Giuseppe

2.      Da Silva Antonio Aparecida

3.      Da Silva Geraldo Mauricio

4.      Dabrowski Bronislaw

5.      Dabrowski Edmund

6.      D'Addio Raffaele

7.      Dal Lago Ottorino

8.      Dall’Ovo Ferdinando

9.      Dalla Bà Dino

10.  Dalla Costa Giacomo A.

11.  Dalla Libera Aldo

12.  Dalla Libera Giovanni

13.  Dalle Nogare Giuseppe

14.  Damele Michele

15.  Danna Giuseppe

16.  Dapra Cesare

17.  D'Attilia Giovanni

18.  De Angelis Arsenio

19.  De Bettin Ottavio

20.  De Bona Oliveira Antonio

21.  De Carvalho Geraldo Cruz

22.  De Cortes Frugoni Miguel A.

23.  De Franca Vianna Augusto

24.  De Francesco Giovanni

25.  Del Fabbro Giovanni Battista

26.  De Lorenzo Attilio

27.  De Marchi Agostino

28.  De Paoli Angelo

29.  De Rosa Benito

30.  De Vido Giovan Battista

31.  Defrancesco Francesco

32.  Degaudenz Mario

33.  Degiampietro Gustavo

34.  Del Grosso Berardo

35.  Del Rosso Domenico

36.  Del Rosso Luigi

37.  Del Vecchio Cesare

38.  Del Fabbro Giovanni Battista

39.  Delfino Filippo

40.  Dellalian Giovanni

41.  Demarco Roberto

42.  Demontis Cesare Fra Pacomio

43.  Di Clemente Dionisio

44.  Di Giusto Giosuè

45.  Di Gregorio Carmelo

46.  Di Iorio Luis

47.  Di Iorio Vicente

48.  Di Nicola Vittorio

49.  Di Pietro Francesco

50.  Di Salvatore Cesare

51.  Di Stefano Candido

52.  Dobosz Francesco

53.  D'Odorico Renato

54.  Dominguez Ramon

55.  Dondero Carlo

56.  Dondero Giuseppe

57.  Donzelli Pietro

58.  D'Onofrio Cesare

59.  D'Onorio De Meo Giovanni

60.  Doria Luigi

61.  Dos Santos Jose Carlos

62.  Draghi Domenico

63.  Drzewiecki Franciszek

64.  Durante Gerardo

65.  Dutto Giuseppe

Di Gregorio 1.jpg

Di Gregorio 2.jpg

Di Gregorio 3.jpg

Sac. Carmelo Di Gregorio

Annuncio della morte

Il giorno 1 febbraio 2015 è deceduto all’Ospedale di Araguaina il carissimo Confratello Sac. Carmelo DI GREGORIO. Era nato a Regalbuto (EN) il 24 novembre 1930, aveva 84 anni di età, 64 di professione religiosa e 54 di sacerdozio. Apparteneva alla Provincia “Nossa Senhora de Fátima” (Brasilia)”.

 Me ne ha dato notizia il Provinciale. La morte è avvenuta nelle prime ore dell'alba del 1° febbraio. Si trovava all'ospedale di Araguaina, ove aveva avuto un intervento al ginocchio. Erano subentrati improvvisi e gravi problemi polmonari.

Ricordo questo caro confratello, sereno e gioviale, incontrato a Tocantinopolis qualche anno fa, insieme a Don Domenico Morini (ora ad Avezzano). Ha speso la sua vita per la missione del Goiàs, ove ancora si trovava, ad Araguaina.

Entrò in congregazione, all'Istituto Santa Maria di Roma, a 18 anni e fece tutto il regolare curriculum di formazione. "Gioviale, aperto, pronto e generoso, di buona vita spirituale, umile", sono le caratteristiche che più vengono sottolineate di lui durante la formazione. Arrivò in Brasile il 13 settembre 1965. Alternò le sue attività nei vari centri della missione del Goiàs, soprattutto Tocantinopolis e Araguaina: il comune di Araguatins gli conferì anche una onorificienza per il suo servizio.

Da “Atti e Comunicazioni della Curia Generale (Don Orione) gennaio maggio 2015 n. 245:

SAC.  CARMELO   DI GREGORIO

Deceduto il febbraio  2015 all'ospedale di Araguaina (Brasile) a 84 anni d'eta, 64 di Professione religiosa, 54 di sacerdozio e 53 di missione nel Goids. Apparteneva alia Provincia "Nossa Senhora de Fatima" (Bra­ silia).

Padre  Carmelo  nacque  a Regalbuto   in provincia  di Enna  il 19 novembre 1930;  fu battezzato   il giorno  dopo  e registrato   all' anagrafe  comunale   il 24 successivo;   la cresima  la ricevette  il 16 ottobre  1938 da Mons. Agostino  Feli­ ce Addeo,  Vescovo  di Nicosia.

Entre  in congregazione   a Roma   iI l2   novembre   1948 a 18 anni, dopo aver studiato  ginnasio  nel  seminario   dei  Padri  Bianchi   a Catania,  ritirandosi   per difficolta  varie.

Dopo  un  anno  di  discemimento    e  assistenza   nella  Casa  dell'Orfano    di Roma Trastevere,  pas alla Colonia  Santa  Maria di Via Massimi  per il noviziato  sotto la guida  di Don Ferruccio Netto,  professando   la prima  volta  l’ 11 ottobre 1950 e in perpetuo  l’11 ottobre 1956 a Tortona  (AL).

Dopo  la  professione   comple   il liceo  filosofia   al  San  Tommaso   di  Bra (Cuneo)  (1950-53)  seguito  dal tirocinio  assistenziale  e dal corso  teologico  nel nuovo   serninario   maggiore   orionino   di  Tortona,   coronato   dal  Diaconato (19/12/1959)   e dall'ordinazione  sacerdotale   ricevuta  nel  santuario  Madonna della  Guardia  in Tortona,  iI 29  giugno  1960 da Mons.  Egisto  Domenico  Melchiori.

Espletato  a Roma   I'anno  di Pastorale,  partì rnissionario  per i1Brasile  giungendovi  il 13 settembre  1961. Qui consumò la sua vita per ben 53 anni a favore della  popolazione della Missione  del  Goias  nella  regione  del  Tocantins, vivendo  e testimoniando  con gioia  e generosita   il carisma  di San Luigi  Orione.

Lavorò  prima  a Rio de Janeiro  (1961-64),  poi fu inviato  nell'attuale nord del Tocantins, a Itaguatins  (1965-69),  poi ad Araguaina  come  vicario  parrocchiale  e vicario  generale  della  Missione.  Nel  1972 fu  ad Araguatins   fino  al 1983,  e a Cormolandia   fino  al  1989. Trasferito   nuovamente,   fu parroco   ad Araguatins   e a Nazare  (1989-94).  Destinato  alia cornunità di Araguaina  Cas a de Caridade  , fu consigliere  e parroco  della Parrocchia  San Sebastiano   (1994-99), parroco  a Filadelfia  (2000-2004)   e vicario  parrocehiale   a Tocantinopolis (2005-11).

Dal 2012  risiedeva  nella cornunità  di Araguaina  Sacro  Cuore  abitando  ed aiutando  nel  seminario "Pe.  Pattarello".   Dal  29  gennaio  era  ricoverato   nel nostro  ospedale,  dove  aveva  avuto  un intervento   al ginocchio,   tuttavia  nella notte  subentrarono   improvvisi  e gravi  problemi  polmonari   e all'alba, mentre pregava  con l'assistente   accanto,  una nuova  crisi respiratoria lo stroncò  mentre pronunciava   le sue ultime  parole:  "Mio  Dio! Mio Dio!".

Padre  Carmelo è ricordato   come  sacerdote   gioviale  e generoso, sempre disponibile   nel ministero   e nei  bisogni  delle  persone,  beneficando   nel  nome di Don Orione.  Riceverte  molte  onorificenze   nei luoghi del suo apostolato  rna -  come  ricorda  il suo superiore  provinciale   - il  suo pili grande  titolo che corrisponde  alla verità  degna  sua vita e: "Umile  servitore  del Signore".

Le esequie  e la  sepoltura   si  svolsero  ad Araguaina   il primo  febbraio,   il giomo   dopo  la festa  per  l'ordinazione    del  novello   sacerdote   Pe.  Erenaldo Chaves  Dos Santos,  con grande  e commossa  partecipazione   di confratelli  e di popolo,   presente   il fratello   Rosario   che  vive  con  la  famiglia   a  San  Paolo.

Auspicio  di averlo  ora come  intercessore  per nuove  vocazioni  missionarie per la Congregazione.